[ITA] Ma in Italia, con questo famoso VICmodem...???

Deutsch, Italiano, Nederlands, Norsk, Polski, Suomi, Svenska, all non-English discussions

Moderator: Moderators

User avatar
highinfidelity
Vic 20 Afficionado
Posts: 437
Joined: Thu Jul 28, 2011 2:34 am
Website: http://www.hirtel.it
Location: Torino, Italy.

[ITA] Ma in Italia, con questo famoso VICmodem...???

Postby highinfidelity » Mon Dec 04, 2017 6:51 am

In questi giorni stavo risfogliando il bel libro sul VIC di Giacomo Vernoni, e rileggevo i ricordi di Tomczyk in merito alla progettazione del VICmodem, il suo "più grande successo dopo il VIC stesso", parole sue.

Negli anni '80 l'idea di poter collegare il VIC alla linea telefonica tramite il modem, e magari scambiare messaggi con qualche compagno di scuola, mi faceva letteralmente sbavare. Le informazioni che avevo raccolto all'epoca sul VICmodem erano praticamente nulle: pochi miei amici avevano il VIC20 o il C64 (ah, l'italica arretratezza tecnologica! :roll: ), nessuno di loro aveva il VICmodem, e su nessuna delle riviste che avevo acquistato (forse solo per coincidenza) era stato trattato, al punto che o me lo sono dimenticato completamente, o credo di averlo visto per la prima volta in fotografia proprio nel libro di Vernoni. Da ragazzetto ero infatti convinto che fosse un modem con accoppiatore acustico, di quelli che si vedevano nei film americani, non avevo neppure idea di che forma avesse, anche se varie leggende metropolitane sostenevano che si doveva infilare "qualcosa" dentro l'ultimo connettore tutto a sinistra, quello che "non si capiva a cosa servisse".

Inoltre, forse per ignoranza mia, o per lunga abitudine alle classiche "infinocchiate" all'italiana, all'epoca ancora più frequenti di oggi, immaginavo che in America ci fossero chissà quali servizi disponibili, mentre in Italia nulla, o che comunque al solo guardare il modem sarebbe partita una micidiale telefonata intercontinentale a tariffe da bancarotta. Per cui, per quanto lo desiderassi, non osai neppure mai ventilare ai miei genitori l'idea di acquistare il VICmodem, o anche solo di informarci seriamente sulla sua disponibilità al dettaglio e reale utilizzabilità in Italia.

Come stavano in realtà le cose? Qualcuno di voi l'aveva, lo usava?
GOD is REAL. Unless declared DOUBLE PRECISION.

User avatar
LoadError
Vic 20 Dabbler
Posts: 83
Joined: Sat Feb 17, 2007 2:44 pm
Website: http://digilander.libero.it/pyrotech/
Location: Italy
Occupation: FG Soft

Re: [ITA] Ma in Italia, con questo famoso VICmodem...???

Postby LoadError » Sat Dec 30, 2017 6:14 am

Io usai un modem Commodore 6499 con il C64, per collegarmi alle BBS (FIDO) e al Videotel. Vale? =)
Commodore VIC-20 n. WG-C-275517 - manufactured in Western Germany in 1983

User avatar
highinfidelity
Vic 20 Afficionado
Posts: 437
Joined: Thu Jul 28, 2011 2:34 am
Website: http://www.hirtel.it
Location: Torino, Italy.

Re: [ITA] Ma in Italia, con questo famoso VICmodem...???

Postby highinfidelity » Tue Jan 02, 2018 4:42 am

Direi che vale eccome, visto che mi pare che tu sia l'unico! :wink:
GOD is REAL. Unless declared DOUBLE PRECISION.

User avatar
LoadError
Vic 20 Dabbler
Posts: 83
Joined: Sat Feb 17, 2007 2:44 pm
Website: http://digilander.libero.it/pyrotech/
Location: Italy
Occupation: FG Soft

Re: [ITA] Ma in Italia, con questo famoso VICmodem...???

Postby LoadError » Tue Jan 02, 2018 10:00 am

Ricordo che avevo dei bei problemi perché tutto era ottimizzato per 80 colonne e io ne avevo solo 40.
Erano chiamate urbane, comunque, e ai tempi si pagava solo lo scatto alla risposta, ma il telefono restava occupato per cui avevo sempre la sensazione di stare tirando troppo la corda...
Ho ancora quel modem.
Commodore VIC-20 n. WG-C-275517 - manufactured in Western Germany in 1983

Nonefornow
Vic 20 Newbie
Posts: 6
Joined: Sun Sep 28, 2014 4:01 pm

Re: [ITA] Ma in Italia, con questo famoso VICmodem...???

Postby Nonefornow » Sat Feb 03, 2018 10:57 am

Con la premessa che e' risaputo che il Sig. Tomczyk (da buon Americano) ha sempre avuto la mania di esagerare in po' le cose.

Il VicModem (poi Modello 1600) ha riscontrato in grande successo, non tanto per le funzionalita', ma piu' che altro per la novita' del prodotto e per il prezzo modico.

Negli USA - all'uscita, nel Marzo / Aprile 1982, del VicModem esistevano principalmente due reti nazionali di accesso. Il CompuServe e il CIN (Commodore Information Network). L'accesso era permesso tramite un numero locale, o telefonata urbana, quindi relativamente abbordabile. Il prezzo di abbonamento a CumpuServe o CIN andava dai 9 ai 15 dollari al mese, + o -.

Esistevano altri servizi come "DowJones" e "The Source", pero' a mio avviso erano considerati troppo "business" per l'utente medio che giocherellava a casa.

VicModem, technicamente parlando, era (e') in buon prodotto. E' compatibile con il C64 e C128. Le limitazioni d'uso sono derivate piu' dal Vic-20 stesso che non dal modem. Secondo me la popolarita' del VicModem pero' fu dovuta alle BBS, non tanto alle reti commerciali, che fornivano le varie aree "chat" e lo scarico di giochini vari.

L'ultimo connettore - tutto a sinistra - non e altro che una presa RJ11 - dove ci si inseriva il cavetto che usciva dalla base del telefono. Difatti staccando cosi' la cornetta.

Il mio veniva con dischetto e cassette. La scatola e le cassette si sono perse.

In aggiunta esisteva un modulo VICTERM 40 - che permetteva le schermate di 40 colonne. Pero' io quello non l'ho mai avuto.
WP_20180203_08_44_50_Pro[1].jpg
.


Return to “International VIC”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest